Vesna Pavan - Artist Painter Designer - Milano Facebook Twitter YouTube

VESNA PAVAN

Recensione critica a cura di PAOLO LEVI

Vesna Pavan usa la sua arte per condividere uno stato d’ animo. La ricchezza del suo immaginario visivo le consente di esercitare al meglio le sue indubbie capacità segniche e pittoriche, caratterizzate da una serie di segni distintivi che rendono la sua cifra stilistica immediatamente riconoscibile.

I corpi femminili ritratti nei suoi quadri sono resi con pochi tratti decisi ed estremamente caratterizzanti.

Si muovono sinuosi sulla tela, come a seguire un’ onda di armoniosa morbidezza.

Per sottolineare la maliziosa seduttività delle sue figure, la pittrice Vesna Pavan sottolinea soprattutto gli aspetti più caratteristici di una femminilità giovane e vitale: sono le labbra rosse ben delineate che donano gioiosa espressività ai volti; sono le gambe e i busti ben torniti di corpi che tuttavia appaiono leggeri e impalpabili, volatili persino in certi casi; sono le posture che rimandano a immagini di moda reinterpretate in una grafica veloce, incisiva, elegante, capace di evocare la sensazione tattile delle vesti, delle calze, dei corpetti, dei cappelli.

Non è un caso che queste sue opere facciano parte di un ciclo pittorico che porta il titolo di Collezione Vogue. Di particolare interesse è l’ utilizzo di smalti colorati e luminosi, messi in risalto dai fondi sempre bianchi, per dare leggerezza e fluidità a queste figure sospese tra la realtà e l’ illusione.

I neri e i rossi soprattutto danno vita e corpo a un disegno abile, sul quale gli altri tratti coloristici segnano un reticolo puramente gestuale, ma molto ben preordinato.

Del resto Vesna Pavan ha alle spalle una lunga esperienza come Art Designer, dove la creatività deve essere sostenuta da una tecnica esecutiva ineccepibile, per ottenere effetti di assoluta naturalezza in elaborazioni finalizzate a un sicuro e immediato impatto visivo.

Vesna Pavan - Artist Painter Designer - Milano - vesnapavan@gmail.com

 
 
 
 
condividi su: 
Share Share Share Share Share Share Share Share Share Share